Salta navigazione principale
skip.tertiary.navigation

DNA SPORTIVO

DNA SPORTIVO

La lunga e illustre storia di Jaguar negli sport motoristici ha plasmato l'evoluzione dei nostri modelli da strada. Il nostro ingresso nella Formula E continuerà questa tradizione, spianando la strada allo sviluppo dei nostri veicoli elettrici futuri.

LE AUTO DA CORSA JAGUAR

LE NOSTRE CONQUISTE SPORTIVE

XK120

1948-1954 – SILVERSTONE E LE MANS

Auto sportiva del tutto nuova e banco di prova per il rivoluzionario motore Jaguar XK, XK120 è considerata la vettura più veloce del mondo. Nel 1949, XK120 vince a Silverstone e un anno dopo tre XK120 fanno il loro debutto a Le Mans. È l'inizio di una nuova era per le corse automobilistiche.

C‑TYPE

1951-1953 – LE MANS

Nel 1951, l'ingegnere aeronautico Malcolm Sayer entra in Jaguar portando con sé la disciplina militare e l'eccellenza a cui è abituato. La sua prima collaborazione, il modello C-Type, vince a Le Mans e il pilota della seconda vettura, Stirling Moss, batte il record sul giro. Nel 1953, C-Type vince di nuovo a Le Mans e si aggiudica ben tre dei primi quattro posti.

D‑TYPE

1954-1957 – LE MANS

Le pessime condizioni atmosferiche impediscono alla D-Type di aggiudicarsi la vittoria a Le Mans nel 1954, nonostante la sconvolgente velocità massima di 274 km/h registrata. L'auto torna a gareggiare in versione semplificata e vince nel 1955, nel 1956 e nel 1957, anno in cui si aggiudica ben cinque dei primi sei posti. D-Type rimane a oggi una delle migliori auto da corsa mai costruite.

XJS

1975-1996 – ETCC E 24 ORE DI SPA

Nel 1982, con la TWR, il pilota britannico Tom Walkinshaw entra in un team di XJS V12 per il Campionato Europeo Turismo, aggiudicandosi svariate vittorie. Walkinshaw partecipa anche al Campionato ETCC del 1984 e nello stesso anno vince la prestigiosa 24 Ore di Spa.

XJR-9

1983-1991 – 24 ORE DI DAYTONA E LE MANS

Le vetture da corsa XJR, con abitacolo chiuso, si dimostrano formidabili sui circuiti di endurance a lunga distanza di tutto il mondo, ma mai quanto il modello XJR-9 nel 1988. La supercar con motore V12 è condotta alla vittoria prima alla 24 Ore di Daytona e in seguito a Le Mans, dove il pilota Martin Brundle e Jaguar si aggiudicano rispettivamente il Campionato Piloti e il Campionato Costruttori.

Da R1 a R5

2000-2004 – FORMULA 1

L'incursione di Jaguar nel Campionato di Formula 1 vede l'ex-pilota della Ferrari Eddie Irvine salire sul podio di diverse gare durante la sua permanenza nel team. La scuderia inoltre è il trampolino di lancio per l'acclamato pilota australiano Mark Webber. Di proprietà di Ford, Panasonic Jaguar Racing sviluppa tre auto che si avvalgono tutte del motore Cosworth V10.

I‑TYPE

2016 – FORMULA E

Il team di nuovo insieme! Ispirate dalla nostra tradizione sportiva e supportate da un gruppo di affermati ingegneri sportivi e tecnici molto brillanti, la scuderia Panasonic Jaguar Racing e l'incredibile I-TYPE fanno il loro ingresso nella Formula E: coraggiose, competitive e impazienti di gareggiare. Scopri di più.

SEGUICI

Per un accesso esclusivo al dietro le quinte del team, delle auto e dell'azione, seguici ai link riportati sotto.

SEGUICI

Per un accesso esclusivo al dietro le quinte del team, delle auto e dell'azione, seguici ai link riportati sotto.