Salta navigazione principale
skip.tertiary.navigation
  1. REPORT DELLA GARA
    BUENOS AIRES 18.02.17

    Il debutto della scuderia Panasonic Jaguar Racing sul tracciato sudamericano del Campionato FIA di Formula E in Argentina ha regalato altri risultati positivi al team più giovane della serie.

    • Durante le qualifiche, grazie a un giro impressionante Mitch Evans ha conquistato il 7° posto, fuori per sole due posizioni dal gruppo della Super Pole.  Per la prima volta, il team inglese è riuscito a qualificarsi nelle prime dieci posizioni ed è solo alla sua terza gara.

      Dall'inizio alla fine, la gara di Mitch è stata molto combattuta, dovendo lottare con Nico Prost e Felix Rosenqvist sin dalla prima curva.  La gara di Adam è stata invece compromessa fin dall'inizio, quando la sua vettura è rimasta bloccata sulla griglia di partenza, impedendogli di effettuare il primo giro insieme agli altri.

      Alla fine, Mitch non è riuscito per pochissimo a raggiungere la zona punti, i primi per il suo team, concludendo la gara in 13esima posizione.  Adam ha fatto del suo meglio per tenere testa agli avversari e ha tagliato il traguardo in 17esima posizione, sfruttando al massimo l'opportunità di acquisire tempi e dati fondamentali, che verranno analizzati dal team in vista della prossima gara.

      Guarda tutti i momenti salienti dell'ultima gara del Campionato di Formula E che si è svolta sul circuito di Puerto Madero a Buenos Aires.

      James Barclay, Team Director di Panasonic Jaguar Racing, ha dichiarato: "Abbiamo ottenuto il miglior risultato di qualificazione della stagione. Il nostro lavoro inizia a dare i suoi frutti e Mitch è stato straordinario nel riuscire a competere con il gruppo di testa."

      Mitch Evans, n° 20, pos. 13:  "La prima metà della gara è andata bene ma ho dovuto lottare con gli altri piloti e questo mi ha fatto perdere due posizioni; poi la fase di "full course yellow" ha neutralizzato tutto e ho recuperato alcune posizioni. Dopodiché, stavo correndo con il gruppo di testa."

      Adam Carroll, n° 47, pos. 17: "È stata una gara dura. L'inizio della giornata era stato incoraggiante; avevamo solo rallentato un po' il ritmo nella seconda sessione di giri liberi poiché non volevamo correre il rischio di non poter sfruttare tutto il potenziale della vettura nella fase delle qualifiche. Speravo di disputare un'ottima gara e di portare a casa il risultato ma ho avuto un problema alla partenza: nell'esatto momento in cui stavo per partire la vettura si è bloccata. Non sappiamo ancora quale sia stata la causa e ora gli ingegneri stanno investigando sull'accaduto. Fortunatamente, sono riuscito a ripartire e ho potuto completare la gara. Abbiamo raccolto dati utili dalla gara ma sfortunatamente non abbiamo conquistato punti per la nostra scuderia stavolta."