Salta navigazione principale
skip.tertiary.navigation
  1. INGEGNERIA VIRTUALE

    Stiamo effettuando investimenti importanti in strumenti di ingegneria virtuale all'avanguardia che consentano la progettazione più rapida, efficiente e solida dei nuovi prodotti e delle tecnologie avanzate che ne sono alla base. Ciò offrirà alle auto Jaguar maggiori livelli di affidabilità, resistenza e sicurezza.

    • La progettazione degli odierni veicoli Premium ad alte prestazioni è sempre più complessa. Basta guardare all'elettronica estremamente sofisticata di una Jaguar moderna, che può prevedere fino a 100 centraline elettroniche e 100 milioni di righe di software per ciascun modello.

      Sfruttando le competenze acquisite da settori ad alta tecnologia come quello aerospaziale e della Formula 1™, l'ingegneria virtuale offre livelli di prestazioni e di qualità impossibili da raggiungere con i processi di progettazione tradizionali e sta rivoluzionando lo sviluppo delle Jaguar di oggi e di domani.

      "L'ingegneria virtuale offre livelli di prestazioni e qualità impossibili da raggiungere con i processi di progettazione tradizionali"

      Il nostro approccio si basa su un investimento annuale di 13 milioni di sterline nell'ingegneria virtuale. Strumenti come il software per la dinamica computazionale dei fluidi (CFD) e l'ingegneria assistita dal computer (CAE) possono essere utilizzati per la progettazione virtuale di diverse aree di un'auto, dalla gestione aerodinamica e termica al design delle sospensioni e della crash structure, per dare impulso allo sviluppo e alla resistenza di un veicolo. Sono persino in grado di simulare la progettazione di dettagli quali i tergicristalli, mediante la modellazione aeroacustica di flussi d'aria instabili reali per ridurre al minimo il rumore generato.

      L'aspetto più tangibile di questo impegno verso l'ingegneria virtuale è il Virtual Innovation Centre, che si propone di dare vita a queste simulazioni. Situato presso il Jaguar Engineering Centre di Gaydon, è costato 2 milioni di sterline e ha richiesto un ulteriore investimento di 3 milioni di sterline per l'ampliamento degli strumenti virtuali a supporto del processo di sviluppo.

    • Tra questi, un laboratorio 3D con otto proiettori digitali ad alta risoluzione che creano un'immagine 3D a piene dimensioni da modelli generati dal computer. Indossando occhiali 3D, gli operatori sono in grado di visualizzare e manipolare l'immagine mediante uno strumento di controllo, che consente loro di ottimizzare il design degli esterni, lo spazio interno, la posizione dei sedili, la visibilità e il pannello strumenti.

      JLR Virtual Reality Ergo Lab, Gaydon

      Nel Virtual Reality Ergo Lab e nell'Augmented Reality Rig, gli ingegneri e i designer possono utilizzare head-mounted display per avere una visione a 360° del veicolo, mentre una piattaforma tattile multifunzione e l'interfaccia attica consentono loro di interagire con l'auto e i suoi comandi. Inoltre, grazie all'analisi delle prestazioni ottiche, possono persino simulare i riflessi dei componenti interni e l'illuminazione nel parabrezza.

      Altri strumenti, come il power wall in scala 1:1, consentono ai designer di visualizzare immagini CAD in dimensioni reali dei nuovi progetti, mentre un simulatore di guida estremamente avanzato permette agli ingegneri di sviluppare le dinamiche di guida e di ottimizzare le caratteristiche acustiche e relative al rumore e alle vibrazioni senza dover uscire dall'edificio.

      Questo approccio basato sull'ingegneria virtuale sta già definendo le modalità di progettazione dei modelli attuali e futuri. Ad esempio, durante lo sviluppo di XE, sono state eseguite 1,8 milioni di simulazioni per un totale di 36 milioni di ore di elaborazione e di 1.200 TB di dati generati.

      Circa il 40% dei requisiti relativi a progettazione e prestazioni per i veicoli Jaguar Land Rover viene già verificato mediante strumenti di simulazione virtuale e stiamo collaborando con numerosi partner specializzati per raggiungere il nostro obiettivo del 100% entro il 2020.